Counseling

Scoperta delle proprie risorse

Cos’è il counseling?

Il Counseling, come relazione di aiuto, si basa sulla facilitazione di un processo che porti ad una direzione rispetto a scelte di carattere personale, valutando insieme al cliente delle alternative a criticità specifiche che lo riguardano direttamente.

Ascoltando attivamente e con la sospensione del giudizio, il counselor comprende il punto di vista del cliente e lo aiuta a considerarlo in modo più chiaro, facilitando le proprie scelte.

Il Counseling può essere agevolante in molte situazioni: si indirizza, cioè, su come affrontare e risolvere temi specifici, a prendere decisioni, superare una crisi, migliorare i rapporti con gli altri, favorire lo sviluppo e accrescere la conoscenza, la consapevolezza di sé e delle proprie emozioni.

Il counseling / Romina Cadonici
Il counseling / Romina Cadonici

Chi è il Counselor?

IL COUNSELOR HA IL COMPITO DI FAVORIRE LO SVILUPPO E L'UTILIZZAZIONE DELLE POTENZIALITÀ DEL CLIENTE, AIUTANDOLO A TROVARE IL PROPRIO MODO DI ESSERE, CHE GLI CONSENTA DI ESPRIMERSI PIENAMENTE E LIBERAMENTE NEL MONDO ESTERNO.
LA VERA TRASFORMAZIONE, COMUNQUE, SPETTA SOLAMENTE AL CLIENTE: IL COUNSELOR PUÒ SOLO ACCOMPAGNARLO, CON EMPATIA E RISPETTO.

Nel rispetto di questa impostazione teorica, il counselor è la figura professionale che ha seguito un corso di studi almeno triennale, presso scuole di formazione riconosciute, al termine del quale ha conseguito un diploma.

L’intervento del counselor incoraggia l’espressione piena e creativa della persona e facilita il dialogo tra la persona e il suo contesto sociale.

Condividi

Top